Sei in: Home > Progetti di ricerca > Progetti locali

Studiare i processi di insegnamento e apprendimento della matematica secondo la prospettiva del nuovo materialismo.

Tipologia
Progetti locali
Ente finanziatore
Università di Torino
Periodo
01/01/2014 - 31/12/2015
Coordinatore
Prof. Francesca Ferrara

Aree / Gruppi di ricerca

Partecipanti al progetto

Descrizione del progetto

Altri collaboratori:

Sabena Cristina, Filosofia e Scienze dell’Educazione, Torino

Sinclair Nathalie,  Faculty of Education, Simon Fraser University (BC, Canada)

De Freitas Elizabeth,  Ruth S. Ammon School of Education, Adelphi University (NY, Stati Uniti)

Savioli Ketty,  Direzione Didattica Chieri III Circolo, Chieri (TO)

 

Descrizione del Progetto di Ricerca (scopo, fasi, metodo)

A partire da attività di modellizzazione e argomentazione, il progetto vuole studiare i processi di

insegnamento e apprendimento della matematica, a diversi livelli e in diversi ambiti della

disciplina. Da un lato, l’attenzione cade su esperienze multimodali in cui gli studenti possono

essere coinvolti e che, secondo la ricerca più recente, costituiscono un punto nodale per

l’apprendimento della matematica. Primario è il ricorso alla metodologia laboratoriale, suggerita

dalle Indicazioni nazionali, in particolare l’uso di tecnologie, aspetto centrale dell’Agenda

Digitale per l’Europa. Dall’altro lato, l’attenzione è posta sulle modalità mediante cui

l’insegnante può favorire l’apprendimento della disciplina. Saranno filmate attività in classe,

analizzate poi alla luce di costrutti teorici presenti nella ricerca.

 

Obiettivi del Progetto di Ricerca

Il progetto si situa nella prospettiva del nuovo materialismo (de Freitas e Sinclair, 2013), che

considera i concetti matematici nella virtualità del loro essere mobili e dinamici (contro una

visione dualistica tra matematica e realtà del mondo fisico). Da un lato, esso si propone di creare

e implementare attività per favorire esperienze multimodali di apprendimento della matematica.

Dall’altro, mira ad analizzare i significati matematici costruiti dagli studenti e la razionalità

dell’insegnante nelle sue scelte. Si tende inoltre alla diffusione di “buone pratiche” e percorsi

non-standard di insegnamento della matematica, che concorrano a una crescita della cultura

scientifico-tecnologica nella scuola, evidenziando legami della disciplina con la realtà e

svelandone il senso più profondo.

Ultimo aggiornamento: 23/07/2015 11:35
Campusnet Unito
Non cliccare qui!